Fixing the Grid


key concept: morfo-climatica / vissuto e permeabilita’ / biomimesi

Fondamentale imporre condizioni stabili, parametri univoci su cui dar vita “genius loci”, l’organismo architettonico. Per vocazione e programma i campi di analisi e la definizione delle griglie si focalizzeranno sull’aspetto climatico/solare e la sua proiezione morfologica, sull’aspetto del vissuto e la permeabilità della densità edilizia e infine, ma non meno importante, sull’organismo in se e ai criterti di biomimesi che lo rendono attivo.

ORGANISMO

- griglia biomimetica:

L’organismo architettonico è strutturato per apparire ed essere quanto più di vivo possibile, per aumentare le carattertistiche di integrazione ambientale, la vivibilità. La proporzione parametrica a cui si fa riferimento per attivare questo processo è la sistemizzazione del moto Metacronico, tipico di strutture biologiche quanto più simili per caratteristiche al programma e alle necessità di Genius Loci.

 


CONTESTO:

- griglia permeabilità edilizia

Studiare il contesto è estremamente rilevante per determinare i corretti flussi di fruizione di collegamento principale distinguenondone la variazione d’uso, di viabilita’ e di sosta Allo stesso modo, le vie secondarie, offrono forti alternative al flusso principale, studiarne la densità nel tessuto edilizio consente di incoraggiare le possibilita’ di apertura verso fronti meno noti.

- griglia morfo-climatica

Evidenziare il percorso solare è rilevanta per il programma di Genius Loci, ma al è grazie allo studio del flusso di ombre giornaliere che l’organismo prende forma. I flussi rappresentati evitano le ombre più fitte e stabili, definendo per contrastro veri e propri flussi di fruzione dello spettro solare così ottimizzato e densificato.

 

Conclusione:

L’addizione dei criteri così rilevati definisce necessariamente una griglia dinamica, che apre fronti, genera cupole e volumi ottimizzati per l’attività idroponica ed infine adatta gli spazi ad una vivibiltà organica



I commenti sono chiusi.